Quali diritti e quali doveri derivano dall'adesione al circuito CReSCI?

Categoria principale: FAQ
Visite: 1617

Il documento Regole di adesione al circuito CReSCI e l'Allegato Tecnico allo stesso reperibile a questo indirizzo esplicitano le responsabilità di Regione del Veneto (gestore del circuito) e degli Enti che decidono di aderire al circuito CReSCI (Enti aderenti).

Di seguito vi presentiamo un estratto:

Responsabilità di Regione del Veneto:

«Con riferimento al circuito CReSCI, l'Amministrazione regionale assume le seguenti responsabilità:

 L'Amministrazione regionale inoltre:

Resta inteso che l'Amministrazione regionale è responsabile del trasporto dei dati all'interno del circuito, ma non della dotazione (hardware, software e reti) utilizzata dall'Ente aderente, né dei servizi applicativi erogati e fruiti tramite il circuito CReSCI.

L'Amministrazione regionale non è responsabile della verifica della legittimità dello scambio di dati e/o informazioni tra Enti aderenti all'interno del circuito CReSCI».

Responsabilità degli Enti Aderenti al circuito CReSCI:

«L'Ente aderente al circuito si impegna a:

L'Ente aderente avrà la responsabilità dei contenuti del traffico generato ed immesso sul circuito in relazione ai servizi applicativi utilizzati e di eventuali danni provocati a terzi».