Il Sistema Pubblico di Cooperazione (SPCoop)

Categoria principale: Interoperabilità
Visite: 5450

All'interno del Sistema Pubblico di Connettività, a seguito dell'accordo fra CNIPA ed IBM per la progettazione, realizzazione e gestione di servizi di infrastruttura per cooperazione applicativa e di supporto alla qualificazione di componenti di cooperazione applicativa, è stato dato vita al SICA (Servizi infrastrutturali di interoperabilità, cooperazione ed accesso).

Dalla fine del 2008 è attivo il suo Centro di Gestione, che rende disponibili alle Pubbliche Amministrazioni gli importanti servizi di:

Tutti questi servizi sono concepiti nel rispetto dei regolamenti tecnici emanati dal CNIPA fin dal 2005, che vanno a costituire, insieme alle specifiche sulla Busta di e-Gov, il cosiddetto Sistema Pubblico di Cooperazione (SPCoop).

 

Al Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione sono attribuite le seguenti finalità:

  1. fornire un insieme di servizi di connettività condivisi dalle Pubbliche Amministrazioni interconnesse, definiti negli aspetti di funzionalità, qualità e sicurezza, ampiamente graduabili in modo da poter soddisfare le differenti esigenze delle pubbliche amministrazioni aderenti al SPC;
  2. garantire l’interazione della Pubblica Amministrazione Centrale e Locale con tutti gli altri soggetti connessi a Internet, nonché con le reti di altri Enti, promuovendo l’erogazione di servizi di qualità e la miglior fruibilità degli stessi da parte di cittadini e imprese;
  3. fornire un’infrastruttura condivisa di interscambio che consenta l’interoperabilità tra tutte le reti delle Pubbliche Amministrazioni esistenti, favorendone lo sviluppo omogeneo su tutto il territorio nella salvaguardia degli investimenti effettuati;
  4. fornire servizi di connettività e cooperazione alle Pubbliche Amministrazioni che ne facciano richiesta, per permettere l’interconnessione delle proprie sedi e realizzare così anche l’infrastruttura interna di comunicazione;
  5. realizzare un modello di fornitura dei servizi multifornitore coerente con l’attuale situazione di mercato e le dimensioni del progetto stesso;
  6. garantire lo sviluppo dei sistemi informatici nell’ambito del SPC salvaguardando la sicurezza dei dati, la riservatezza delle informazioni, nel rispetto dell’autonomia del patrimonio informativo delle singole amministrazioni e delle vigenti disposizioni in materia di protezione dei dati personali.

Viene inoltre sottolineato il fatto che lo sviluppo architetturale ed organizzativo del Sistema Pubblico di Cooperazione:

 

Approfondimenti

 


Altri articoli

<=  Articolo precedente Articolo successivo  =>
Il Sistema Pubblico di Connettività (SPC) Il Piano e-gov 2012