Gli sviluppi recenti: le Linee guida 2007-2010 e CReSCI

Categoria principale: Interoperabilità
Visite: 3566

Gli orientamenti di policy a livello regionale sono stati ulteriormente confermati ed arricchiti grazie alle Linee guida progettuali per lo sviluppo della società dell’informazione del Veneto 2007-2010.

Partendo dai risultati già conseguiti, le Linee guida si rivolgono alla valorizzare di servizi e soluzioni di e-government, a favore di una loro maggiore diffusione e di un maggior utilizzo sul territorio, attraverso interventi ed investimenti sul capitale umano e sui processi organizzativi, per giungere ad un ammodernamento e ad una semplificazione dei rapporti tra le Pubbliche Amministrazioni e tra il cittadino e l'Amministrazione Pubblica.

Con specifico riferimento ai temi dell’interoperabilità e della cooperazione applicativa, le linee di indirizzo regionali sono state espresse all’interno della “misura 1.1 - E-government” dell’asse 1- Servizi Istituzionali.

In particolare, l’azione 1.1.5 è specificatamente rivolta:

 

alla diffusione della cooperazione applicativa tra la Regione, gli Enti locali e i soggetti privati interessati (Camere di Commercio, Associazioni di categoria, ecc.), tramite il riuso e la diffusione del progetto SIRV-Interop

Inoltre, nell’ambito dell’azione 1.1.7 - Sviluppo dei servizi per la comunità degli EE.LL. veneti, si prevede la diffusione degli strumenti di interoperabilità messi a punto dalla Regione, così come la definizione ed attuazione di meccanismi d'interoperabilità atti ad aprire l’accesso alle banche dati catastali gestite dall’Agenzia del Territorio.

Da queste linee guida origina CReSCI - Centro Regionale Servizi di Cooperazione ed Interoperabilità.

L'esperienza maturata da Regione del Veneto su questi temi, attraverso le esperienze di SIRV-Interop, ICAR, ecc., in quella che potrebbe essere definita come la prima fase dell’interoperabilità e la cooperazione applicativa regionali, viene ora messa alla base di un'ulteriore evoluzione delle iniziative regionali, per una valorizzazione di quanto prodotto in questi primi anni di interventi e per un'ulteriore e più pervasiva attuazione delle policies regionali.

Attraverso CReSCI Regione del Veneto vuole quindi realizzare un'ulteriore qualificazione e strutturazione del proprio intervento in tema di interoperabilità e cooperazione applicativa, andando a confermare il proprio ruolo di soggetto leader nella promozione, organizzazione e gestione di un sistema di cooperazione regionale.

 

Per tutti i dettagli e le informazioni pratiche e tecniche su CReSCI, vi invitiamo a proseguire con la prossima sezione: "Circuito CReSCI".

 


Altri articoli

<=  Ritorna alla Pagina successiva  =>

Homepage di "Interoperabilità in Veneto"

Il progetto SIRV-Interop